Parma e i segni del Medioevo
  Il tratto parmense della via Francigena
    Da Vicofertile al passo della Cisa
    Vicofertile
    Collecchio
    Talignano
    Fornovo
    Sivizzano Sporzana
    Bardone
    Terenzo
    Cassio
    Berceto
  Pievi e Monasteri in terra parmense
  San Bernardo degli Uberti
  Bibliografia
 
 

 


Sivizzano Sporzana

La valle dello Sporzana – un affluente di destra del Taro – posta sul cammino dei pellegrini dopo il superamento di tale fiume, offriva una struttura di accoglienza e ricovero per viandanti e malati ed è debitrice della sua fortuna all’ostacolo naturale rappresentato dal monte Prinzera che rese, anche in epoca medievale, più agevole la scelta di entrare in questa valle per poi risalire verso Bardone.
Il luogo era già abitato in epoca romana, come dimostrano sia la desinenza -anus del toponimo, segno di occupazione fondiaria da parte dei romani, sia il ritrovamento di una fattoria (I secolo a.C. - I secolo d.C.) e di una fornace per la produzione di laterizi recanti un bollo che attesta la presenza della gens Cassia in queste zone.
Sempre santa Margherita – culto “romeo” come sappiamo (cfr. Fornovo) – torna a presentarsi sul percorso francigeno : ancora a lei è infatti intitolata l’antica chiesa, con annesso uno xenodochio per i romei. La tradizione cistercense di ospitalità si tradusse a Sivizzano nella fondazione dell’hospitale Sporzane nel 1098 che, alla fine del XIII secolo, dipendeva dall’area plebana fornovese.
La sua storia durò fino al 1560, quando l’ospizio, come molti altri, passò sotto il patrocinio dell’ospedale di Parma: “hospitale de Sivizzano vallis Sporzanae unitum cum hospitale Rudulfi”. La struttura, addossata alla chiesa di Santa Margherita, si presenta come una piccola corte porticata e loggiata in cui restano visibili, nonostante gli interventi settecenteschi, un portale risalente perlomeno al XIV-XV secolo e parti in laterizio.
La chiesa, ricostruita alla fine del Settecento, presenta arredi e ornamenti sei-settecenteschi, tra cui la pala con il martirio delle sante Margherita, Agata e Lucia.

I testi sono tratti da Per antichi cammini. Il medioevo a Parma e provincia. Milano, Silvana Editoriale, 2003.

data di creazione: 28/10/2005
data di modifica: 15/11/2005
segnala a un amico
versione stampabile

 

funzione non attiva